Category: News

Paola Rizzi vuole ritrarre i quota100!

Nell’aprile 2019 in Italia  è entrato in funzione un nuovo strumento per poter andare in pensione  la “Quota 100″  funziona piu’ meno così:  se sommando l’età anagrafica a quella relativa agli anni di contributi versati si ottiene 100  si puo’ anticipatamente  accedere alla  pensione, io,  logicamente, ho sintetizzato in maniera brutale, in fin dei conti mi occupo di fotografia, questa era solo una piccola premessa per giustificare il titolo del lavoro fotografico nato per caso  non tanto,  per documentare chi sono i  “quota100”, ma cosa hanno fatto e che vuoto lasciano.  I primi due soggetti che hanno acconsentito ad essere fotografati sono persone che mi hanno accompagnato  per moltissimi anni della loro vita con la loro professionalità e che io non voglio dimenticare.  Questo pensiero ha fatto nascere in me il desiderio di far si che il loro ricordo andasse oltre al mio. Si ricordano cantanti , scrittori, pittori per quello che ci lasciano ma la gente comune? Quella che poi comune non lo è mai…

Sara’ difficile passare dal Viale Mazzini di Vigevano e non pensare a Pietro che per 27 anni ha gestito il distributore di benzina vicino alla Stazione Ferroviaria, come lo sarà,  passeggiare tra le vie del centro senza immaginarsi l’ombra di Paolo che per oltre 40 anni  ha ricoperto l’incarico di responsabile dei servizi del Comune di Vigevano, per me lui era una sorte di  moderno (si fa per dire) , feudatario.

Solo il pensiero che attraverso  un ritratto fotografico  potrò renderli eternamente presenti nei ricordi  di  tutti quelli che hanno avuto il piacere di conoscerli per me è una gioia.

Non so quante altre persone entreranno a far parte di questo progetto gratuito ma sarei felice di averli tutti, almeno quelli di Vigevano.

 

 

 

FUJIFILM ITALIA al sostegno di “Io sono Futuro”

FUJIFILM Italia sarà partner tecnico di “Io sono Futuro”, progetto fotografico di Paola Rizzi e Mauro Pinotti, per il quale saranno realizzati una serie di ritratti alle giovani generazioni che vogliano essere i testimoni di un futuro più consapevole

“Io sono Futuro”, è un progetto fotografico sociale a titolo gratuito con il Patrocinio del Comune di Broni e il contributo oltre di FUJIFILM anche di CAVANNA FIORI di Vigevano. Il progetto nasce dal voler riportare alla memoria quanto è stato fatto e quanto ancora si dovrà fare per riqualificare quel che resta della Fibronit, la fabbrica che per anni è stata il motore produttivo di Broni, Comune della provincia pavese, per poi diventare un pericolo ambientale e di salute pubblica, a causa dell’amianto/eternit custodito in quell’architettura industriale del ‘900.

Gli ideatori del progetto, i fotografi Paola Rizzi e Mauro Pinotti danno appuntamento il 12 maggio prossimo dalle ore 9:00 alle 13:00 in Via Romera Vecchia davanti al muro di recinzione della ex Fibronit. Verrà realizzato un vero e proprio set fotografico all’aperto, dove i primi 50 bambini e ragazzi, dai 6 ai 16 anni, che si presenteranno accompagnati da un adulto, potranno essere i protagonisti del “domani “grazie a un ritratto.

Il progetto fotografico vedrà poi la sua conclusione il 21 novembre 2019 in occasione della “giornata internazionale dell’albero”, con la presentazione di una mostra fotografica sempre a Broni e la realizzazione di una pubblicazione. Un progetto ambizioso, ma che porta aria nuova e segnali di ottimismo rappresentati proprio dalle nuove generazioni per lasciare una testimonianza di una Broni con lo sguardo al futuro.

FUJIFILM Italia ha sposato l’iniziativa per la sua valenza sociale e ambientale e anche perché alla fotografia è stato affidato il compito di diffondere il messaggio chiave dell’iniziativa, ossia il vivere e il presente e un futuro più consapevolmente.

rassegna stampa

http://www.vigevano24.it/2019/05/10/leggi-notizia/argomenti/eventi-14/articolo/i-due-fotografi-vigevanesi-paola-rizzi-e-mauro-pinotti-organizzatori-dellevento-io-sono-futuro.html

https://lenotizie.org/tecnologia/fujifilm-e-il-partner-tecnico-di-io-sono-futuro-06822260

https://techprincess.it/fujifilm-e-il-partner-tecnico-di-io-sono-futuro/

https://www.tecnologia361.it/fujifilm-italia-al-sostegno-di-io-sono-futuro/

Honorable Mention per Rizzi Paola all’IPA Award

Honorable Mention a Rizzi Paola per la categoria OneShot : Street Photography-Lifestyle (urban scenery)

  • Photographer
    paola rizzi
  • Technical Info
    fuji ISO 1250 23 mm f 16 1/60
  • Date of Photograph
    novembre 2018

Piu’ grande è una città piu’ soli ci sentiremo…

Nell’ottica della ricerca urbana che Paola Rizzi sta portando avanti ritroviamo la solitudine metropolitana, si dice spesso che non c’è luogo dove ci si senta più soli che non in mezzo a tanta gente.

Lo scatto è stato realizzato a Milano ma l’immagine è priva di contenuti architettonici e quindi identificativi del

luogo per riportarci ad una città qualsiasi tra le tante dove le condizioni di socializzazione sono spesso affidate ai social.

a

Terzo posto al Mifa Moscow International Photo Award per Paola Rizzi

Nel lavoro 360PERSONAL SELFPORTRAIT, si intravedono influenze sublimi di

una grande autrice, quale Francesca Woodman; l’influenza di cui parliamo non

riguarda semplicemente lo stile di riproduzione fotografica applicato su se stessi

e sul proprio corpo, ma, in modo più profondo, sul proprio IO, sul sentirsi, sull’avere

la percezione di quello che si è, e sul turbinio emotivo del vivere. In questo,

il lavoro di Paola Rizzi, è una lenta costruzione di un “Paesaggio” di passaggio

tra l’essere e il non essere, tra l’avere ed il non avere, tra l’oggi ed i tempi passati e

futuri.

Erminio Annunzi

 

Mifa

IL MIO NOME E’…GIOCONDA Intrecci e feelings nell’arte delle donne

 

Con la serie “la coscienza della natura “ Paola Rizzi propone una sua interpretazione artistica riguardo il principio fondamentale di cambiamento “l’ambiente è una priorità,” l’essere umano e’ natura , la ragione che esplora gli spazi alla ricerca del vero e del giusto .Nel dialogo tra uomo e natura vi è l’urgenza di un’educazione geografica innovativa, connotata come autocoscienza della Terra. In questa serie di trittici traspare il concetto di presa di consapevolezza un primo passo verso un dialogo necessario per diventare «coscienti»: per capire i principi essenziali per sostenere l’intreccio della vita.

Comunicato Stampa:

IL MIO NOME E’…GIOCONDA

Intrecci e feelings nell’arte delle donne

Spazio b – Palazzo Sanseverino

Corso della Repubblica 19, 27029 Vigevano – PV

Nell’anno di Leonardo da Vinci l’icona che più rappresenta il personaggio poliedrico ed

emblematico del genio Vinciano è certamente la Gioconda. Il suo sorriso enigmatico, i molteplici

significati impliciti in questa opera misteriosa, il tributo che la storia dell’arte ha riservato in questi

secoli a Lisa Gherardini, in arte Monna Lisa, è oggi sinonimo di capolavoro, modello da imitare e

studiare continuando a ricercare verità ancora da scoprire. La Donna e la sua evoluzione nel lungo

il percorso storico che ci separa dal Rinascimento ai giorni nostri, sono al centro delle opere

esposte e del dibattito attorno a questa mostra presentata a Vigevano nei locali Spazio b, a partire

da sabato 30 marzo 2019. I punti di vista originali e i livelli diversi di interpretazione proposti dalle

artiste chiamate ad esibirsi in questa mostra, aprono orizzonti esplorativi alla contemporaneità

femminile e alla ricerca di territori formali e culturali che la condizione della Donna nel terzo

millennio pone oggi come prioritari. Performance, installazioni, opere, conferenze

accompagneranno il pubblico durante tutto il periodo espositivo, per animare, attraverso l’arte,

l’universo degli interessi e delle conoscenze sulla realtà della Donna contemporanea e del suo

“sentire” femminile.

La mostra, curata da Fortunato D’Amico, vede la partecipazione delle artiste:

 Silvia Capiluppi

 Montserrat Gomez Maya

 Raluca Andreea Hartea

 Elisa Marchesani

 Daniela Pellegrini

 Paola Rizzi

 Maria Francesca Rodi

 Collettivo il Nodo – La Chicca e le Sciure

IL MIO NOME E’…GIOCONDA

Intrecci e feelings nell’arte delle donne

dal 30 marzo al 14 aprile 2019

La mostra sarà inaugurata sabato 30 marzo 2019 alle ore 18.45

Spaziob – Corso della Repubblica 19, Vigevano

Orari: sabato e domenica ore 17 ‐ 19,30 ‐ Lunedi – venerdì su appuntamento

Per informazioni: 339 8435715 ‐ info.spaziob@gmail.com

 

titolo opera : Lulu’

stampa carta Fine Art Hahnemuhle Baritata

trittico|2019

Let it snow | VisioniAltre, Venezia

In occasione della mostra presentata a Venezia presso la GalleriaVisioniAltre ho presentato

il primo passo verso una ricerca che poi mi ha portato allo sviluppo di un lavoro ricercato sulle

porte e gli spazi urbani abbandonati.

Titolo dell’Opera: Opsis

dimensioni: 25x60cm tecnica: quadrittico

stampa fine art baryta (copia unica realizzata per Let Is snow)anno: 2018

prezzo di vendita al pubblico: 400,00

citazione: A me piace prendere il Natale un pò alla volta, per tutto l’anno. E

perciò mi lascio trasportare fino ad arrivare alle vacanze -lascio che mi

colgano di sorpresa- svegliandomi un bel giorno e dicendo improvvisamente

a me stessto: “Caspita, questo è il giorno di Natale!”(Ray Stannard Baker)

 

Rassegna stampa:

http://www.arte.it/calendario-arte/venezia/mostra-let-it-snow-56909

Il sentimento dell’IO mostra fotografica di Paola Rizzi

Si inaugura il 9 marzo alle ore 19,30 nell’esclusivo spazio espositivo delle Prigioni del Castello Sforzesco di Vigevano  la mostra fotografica “Il sentimento dell’IO”.  Nelle vecchie celle delle prigioni troveranno posto 36  dei 75 scatti realizzati per il progetto legato al libro ” un gelato per amore”di cui Maria Paola Colombo, scrittrice , scrive:.

“ questo libro è dedicato a noi donne, a quella bellezza che ci illumina il volto quando viviamo in libertà. Tutte le donne dovrebbero essere li- bere di scegliere per la propria vita, potendolo fare senza paura, con gioia. Il pensiero va a quel- le i noi che sono state – e sono ancora- obbligate, umiliate, distrutte da una violenza folle. Ma quel- lo stesso pensiero si allarga e ci raccoglie tutte: noi, figlie, mogli e madri, così naturalmente in- clini al sacrificio, a provvedere a tutto e a tutti, a rimandare a dopo e al domani i nostri bisogni” Paola Rizzi ha fotografato 75 donne che si sono offerte di essere ritratte dietro una vetrina utiliz- zata dalla fotografa come metaforico simbolo di protezione ancora oggi necessaria ad una donna diventando così loro stesse interpreti di libertà

Alla realizzazione del lavoro fotografico hanno contribuito 75 donne di tutte le età scelte attraverso inviti, open call o semplicemente fermate per strada. Donne, donne qualunque ritratte dietro ad una vetrina di una gelateria che diventa metafora di una continua necessità di protezione anche e sopratutto nei momenti per se.

Protezione che a Vigevano non tarda ad arrivare attraverso il contributo della Cooperativa Sociale Onlus Kore Centro Antiviolenza, che da anni è in prima linea non solo offrendo aiuto ma cercando di informare ed educare anche i piu’ giovani.

Ho voluto guardare a questo argomento con uno sguardo soave, pur sottolineando la necessità di mantenere alta l’attenzione sull’universo femminile.

Il libro verrà presentato giovedì 8 marzo presso la Libreria Feltrinelli di Piazza Ducale Vigevano direttamente da Roberta Colli e Massimiliano Scotti coautori e ideatori del progetto nato per raccogliere fondi per la Cooperativa Kore.

Sono estremamente felice di poter annunciare la straordinaria  presenza all’opening della mostra dell’artista Silvia Capiluppi che nell’accogliere il mio  invito mi ha consentito di condividere con me e Roberta  la passione per tutto il lavoro.

DATA E ORA

ven, 09 mar 2018, 19:30

dom, 18 mar 2018, 20:00

LOCALITÀ

Castello Sforzesco

20 Piazza Ducale

27029 Vigevano

Link collegati:

Eventa

Eventribe

eventinet

exibart

Il volto e l’anima -mostra fotografica dal 9 al 30 dicembre

Il volto e l’anima, una storia iniziata alcuni anni fa, un progetto fotografico durato mesi al quale sono molto legata

dopo una lenta realizzazione e un lunghissimo periodo durante il quale è rimasto praticamente inedito, verrà esposto dal 9 al 30 dicembre

presso a Sesto San Giovanni presso la Civica Fototeca Nazionale della Villa Visconti d’Argogna in una mostra curata dall’Associazione Fotografica Gieffesse

Durante l’inaugurazione  che si terrà presso la Villa il  9 dicembre alle ore 17 verrà presentato la mia prima monografia “attraverso i miei occhi”

Wine Break a cura di Drogheria Egidi Enoteca

Apertura mostra. Orari: Mar/Ven 10.30 – 18.00 – Sabato 10.30 – 17.45 – Dom/Lun Chiuso.

INFO CIVICA FOTOTECA “TRANQUILLO CASIRAGHI” – Tel. 02 2496 8810-8800 – fototeca.sesto@csbno.net

link: gieffesse

http://www.gieffesse.it/beta/paola-rizzi

 

Tree

Gli alberi non sono silenziosi , parlano li ho sentiti…Sussurrano parole tra le foglie che cadono, piangono e ridono attraverso quel corpo nodoso e duro muovo le braccia al cielo attraverso i loro rami.

Parco della Burcina

novembre 2017

 

 

Progetto “Qui Pianeta Terra”

Guarda ci sono dei pesci nell’acqua,

e  quelle foglie che sembrano accarezzarla …

silenzio e  quiete rotti da una presenza che è diventata un’assenza

Guarda! Cosa c’è la in fondo nell’acqua…

Paola Rizzi

 

Vigevano 2017

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok