Category: News

Black And White International Award 2016

blackwhite1 paola-rizzi-blackandwhiteaward-exhibition2016

Con grande piacere apprendo di essermi aggiudicata il terzo posto al concorso internazionale

Black and White Award 2016 – Roma  per la sezione “single shot”  con un’ autoritratto  che aveva già

ottenuto riconoscimenti nel 2015.

link:  http://www.blackandwhiteaward.com/

https://www.facebook.com/blackandwhiteaward

ESPOSIZIONE OPERE:

18 Novembre  2016

Roma, Spazio del Navigatori 6 SPAZIO TETENAL

Opening ore 19.00

 

Premio internazionale d’arte contemporanea Lynx 2016

invito-premiazione-e-inaugurazione-lynx-2016 catturasurvivor-natura-live-paola-rizzi.2909

La felicità di essere entrata a far parte con l’opera ” Survivor” tra i 54 finalisti del Premio Internazionale Lynx 2016

non si esaurisce nella gioia di iniziare cosi’ un percorso espositivo che inizierà  presso la Lux Art Gallery di Trieste, in via Cecilia de Rittmeyer 7/a

per proseguire poi  nelle città di  Ajdovščina (a novembre), Zagabria (a gennaio 2017) e Livorno (a marzo 2017);

No,  la felicità  sta proprio nel fatto che attraverso quest’immagine,  parte del progetto “SENSO” è arrivato un

messaggio che continuerà a girare quando le parole lasciano il posto alle immagini a volte è piu’ facile comprendere.

 

 

Domenica 25 settembre si premiano a Trieste i vincitori del Premio Lynx 2016

Fino al 16 ottobre si potrà visitare la prima mostra di questa seconda edizione

 

Domenica 25 settembre 2016 alle ore 11 si terrà a Trieste presso la sala Teatro Piccola Fenice gestita dal Circolo aziendale Fincantieri-Wärtsilä (via San Francesco D’Assisi, 5) la premiazione dei cinquanta finalisti della seconda edizione del Premio internazionale d’arte contemporanea Lynx 2016. L’evento è promosso dall’Associazione Culturale Il Sestante e curato da Enea Chersicola e Riccardo Tripodi.

Quasi trecento quest’anno sono stati gli iscritti provenienti da trentadue nazioni. Ottanta le opere preselezionate dalla giuria internazionale tra le quali sono state successivamente definite le cinquanta finaliste.

Durante la cerimonia verranno assegnati i primi premi per le categorie di pittura, fotografia, digital art e grafica. Saranno indicati inoltre i vincitori dei premi Fiera d’arte contemporanea e dei premi Be Art Builder. A sottolineare l’attenzione dell’organizzazione verso gli artisti più giovani, verrà assegnato anche quest’anno un premio speciale Under 21 e un premio giovani conferito dal Consiglio regionale della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Nel tardo pomeriggio, alle ore 17.00, si terrà presso la Lux Art Gallery (via Cecilia De Rittmeyer 7/a, Trieste) l’inaugurazione della prima mostra che ospiterà le cinquanta opere finaliste. L’organizzazione del Premio Lynx ha progettato quest’anno quattro esposizioni in diverse sedi: dopo la mostra presso la Lux Art Gallery, le opere si sposteranno ad Ajdovščina (Slovenia) ospiti della Lokarjeva Galerija, successivamente saranno esposte presso la Galerija Zvonimir a Zagabria (Croazia) e infine a Livorno presso la Sala degli Archi della Fortezza Nuova. Le trenta opere non finaliste avranno comunque la possibilità di esporre in almeno una delle quattro mostre in programma.

L’iniziativa promossa dall’Associazione Culturale Il Sestante ha avuto la collaborazione del Comune di Livorno ed è stata patrocinata dal Comune di Trieste e dal Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, nonché dal Comune di Ajdovščina e dal Museo Ugo Guidi di Forte dei Marmi.

L’elenco degli artisti selezionati è pubblicato sul sito www.premiolynx.com mentre le immagini relative alle opere finaliste e vincitrici saranno online dopo l’inaugurazione assieme alle immagini della premiazione. Sul sito del Lynx sarà possibile inoltre trovare informazioni utili alla visita di ciascuna delle quattro mostre in programma.
 

 

Info: Associazione Culturale Il Sestante

Via Tivarnella, 5 – 34132 – Trieste

associazioneilsestante@gmail.com

389-6774508; 347-6091354

 

Recensione LensCulture competitions

Recensione  LensCulture competitions.

equality

credo nell’uguaglianza degli uomini; nelle pari opportunità, credo nei loro gesti e nei loro sguardi perche’ penso che il mondo ne abbia bisogno…

 

Additional Recommendations

Recommended Books & Photographers

Photo Competitions

Portfolio Reviews & Festivals

Biennale Italia Cina – Pechino 2016

Quelli che ritengo,  a giusta misura,   “i miei piccoli/grandi ” successi  sono in realtà frutto di collaborazioni,  di  ricerche  e percorsi  lavorativi  ma soprattutto,  sono il risultato  di chi crede in me.

Avvolta dalla gioia e dall’emozione, quella vera,  quella che fa tremare anche lo stomaco per essere stata invitata ad esporre alla Biennale Italia – Cina 2016 a Pechino la mia opera fotografica sulla metamorfosi, vorrei ringraziare due persone speciali   a me molto care:

Massimiliano Sartori  senza il quale questo lavoro non esisterebbe, a lui il mio grazie per assecondare sempre le mie fantasie e per essermi di grande ispirazione , in fin dei conti siamo nati tutti e due il 26 settembre! Non poteva che essere cosi…

Mauro Pinotti,  amico e grande fotografo con il quale da qualche anno collaboro  professionalmente a lui, che rappresenta la quinta essenza della praticità ,  voglio dire grazie  per aver condiviso con me la nascita e la crescita di molti progetti fotografici e  per avermi aiutata a dare visibilità a questo.

La forza espressiva di tutto quello faccio non è solo in quello che vedo con gli occhi ma  in quello che sento

E adesso lasciamo spazio alle informazioni….

 

COMUNICATO STAMPA

“I letterati e soprattutto gli artisti, nell’intento di dare contenuto e forma alle mutazioni nelle quali

sono coinvolti dalla realtà che li circonda, si sono spesso addentrati nelle profondità del pensiero

umano, dando libero sfogo alle proprie fantasie, fino ad arrivare ad impossessarsi degli stimoli più

reconditi, esprimendosi in maniera concettuale e del tutto astratta. Si è arrivati così a mescolare il

mito con la storia, l’immaginazione con la realtà, l’assurdo con il possibile.

Crediamo che l’arte possa essere un’artefice del mutamento, un mezzo per dimostrare di sapersi

spingere oltre, in sintesi una visione dell’intelligenza cognitiva e dell’intelligenza emotiva che dà

origine al cambiamento, alla metamorfosi.”

Sandro Orlandi Stagl, curatore della Biennale Italia Cina dal 2012

Il 27 agosto 2016 si inaugurerà la quarta edizione della Biennale d’Arte Comtemporanea Italia Cina

presso “798 Art Disctric”, “The Third Plastic Factory” e “The Manet Beijing “, contemporaneamente

nelle tre locations.

La Biennale Italia Cina iniziata nel 2012, si svolge ad anni alterni in Italia e in Cina, come continua

comunicazione tra le due più antiche culture.

Siamo riusciti a mantenere attiva questa grande cerimonia per tre volte.

Il tema di quest’anno è la Metamorfosi.

Dopo esser stata ristrutturata, “The Third Plastic Factory” mostra il suo nuovo vigore,

sottolineando essa stessa il tema della Biennale.

Nello stesso tempo, insieme alle altre due locations, siamo certi sarà un’esposizione meravigliosa.

Sullo sfondo della globalizzazione culturale, più di 90 artisti sia italiani sia cinesi, prenderanno parte

all’Esposizione in cui potranno testimoniare un grande impatto reciproco tra due culture splendide.

“La Metamorfosi è sempre la speranza che può aiutare gli uomini ad aggrapparsi all’opportunità

del presente e a migliorare il nostro futuro, e gli artisti stessi ci portano questa speranza. Tutte le

controversie e le discussioni che nasceranno durante il processo di metamorfosi saranno i veri valori

e significati che nel medesimo momento saranno il fondamento della metamorfosi.”

Wang Jing Yi, curatore della Biennale Italia Cina 2016

La Biennale è composta da tre sezioni: “la circostanza presente”, “il gene carismatico” e “il nuovo

mestiere in metamorfosi”.

Nella sezione de “la circostanza presente”, abbiamo invitato gli artisti più importanti di due paesi

in grado di narrare la situazione presente.

Segreteria Organizzativa c/o EBLand Srl, Via Messedaglia 7, 37135 Verona (VR), Tel 045 8622389, info@ebland.it

Tra gli aritisti italiani sono stati invitati: Piero Gilardi, Lucio Pozzi, Marco Bolognesi,

Andrea Chiesi, Franco Mazzucchelli, ecc. Per gli artisti cinesi, ci saranno: Ai wei wei,

He Yun Chang, Yuan Gong, Li Zhan Yang, Ye Yong Qing, Shi Jin Song, Yu Xin Qiao,

Yang Na, ecc.

Viviamo oggi nell’epoca della globalizzazione, dobbiamo concentrarci sullo svillupo

della storia dell’arte e su altri argomenti che si ricollegano all’arte, agli uomini e alla

società umana.

La sezione de “il gene carimastico” è divisa in due attività principali: mostre personali e mostre

collettive.

Tutte le opere che abbiamo scelto sono quelle più determinanti nel mostrare le diverse bellezze, e i

diversi modi di apprezzare le opere d’arte.

L’ultima sezione (“il nuovo mestiere in metamorfosi”) è una diretta conversazione con la cultura

italiana. E’ l’opportunità di dare il nostro sublime saluto a Matteo Ricci, Giuseppe Castiglione e a

tutti i nostri vecchi amici italiani che hanno aiutato lo sviluppo dell’arte cinese.

Gli organizzatori di questa Biennale parteciperanno al “Global Museum Director Forum”, che è

organizzato dai capi e degli amministratori principali delle gallerie europee più famose, incluse

“Dali Foundation”, “Prada Museum”, “Guggenheim Museum Bilbao” e altre due gallerie.

L’argomento di questa conferenza, suggerito dalla Signora Mian Bu, tratta il lavoro degli artisti

capaci di creare la civiltà e di svilupparla. Tutte le azioni che possono aiutare questo processo sono

indimenticabili.

E’ essenziale ricordare l’origine della Biennale.

Se non ci fossero stati i contatti proficui con i nobili veneziani e la collaborazione con i mercanti

illuminati, non ci sarebbe la nostra venerabile Biennale oggi.

Da quest’anno ha inizio la completa commercializzazione della Biennale Italia Cina.

La storia dell’arte e la storia del mercato d’arte. Vendere le opere eccellenti è una cosa orgogliosa

per qualsiasi organizzazione artistica.

Ji Xiao Feng, direttore della Biennale sezione cinese, ha esplicitato il suo atteggiamento.

“La commercializzazione dell’arte contribuirà sicuramente a far conoscere in tutto il mondo la

Biennale Italia Cina e alimenterà il coinvolgimento di un numero di persone sempre crescente.”

Segreteria Organizzativa c/o EBLand Srl, Via Messedaglia 7, 37135 Verona (VR), Tel 045 8622389, info@ebland.it

 

metamorfosi_layout_rgb

METAmorfosi      tecnica: fotografia digitale

stampa su tela canvans 270 gr

dimensioni 90×460 cm

 

Biennale Artistica Cina Italia

 

 

MIFA Phopraphy Award

Ame Tatouee è un lavoro fotografico che mi ha dato grandi soddisfazioni, sarà perchè vede la partecipazione nella  cura dei  testi di un amico carissimo Enrico Prada, sarà perchè la persona che ho ripreso è Lino,  un amico da sempre , sarà che l’ho conosciutoi  conosciuto meglio attraverso la scansione fotografica dei suoi tatuaggi, sarà che  i  progetti che nascono da una fantasia e diventano prima un libro fotografico  presentato in mostra  alla XIII Rassegna Letteraria di Vigevano  e poi vengono riconosciuti a livello internazionale attraverso “Honorable Mention” al MIFA di Mosca 2016 mi riempiono di gioia ma non solo mi danno stimolo a cercare nuovi spunti, nuove storie, nuove persone.

http://moscowfotoawards.com/winners/zoom.php?eid=10-7802-16

mifa2016

mifa2016

10-7802-16
ame tatuee
Professional
MOSCOW 2016
Book (Series Only)-People
Honorable Mention 

Earth Day (Giornata della Terra)

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.

Gli ultimi miei progetti fotografici girano tutti intorno a questi aspetti, la necessità di documentare non solo il bello che l’ambiente naturale ci dona, ma soprattutto quello che giorno dopo giorno si impoverisce, ancora oggi l’incuria umana provoca gravi danni ambientali, per ultimo quello di Genova ma tanti e tanti altri episodi che non arrivano ad essere divulgati dai mass media su scala nazionale, toccano il territorio esserne a conoscenza ci aiuta ad avere maggiore coscienza e attenzione nei confronti di questa nostra terra.

Sono nati cosi’ lavori come “bereave” una denuncia contro lo sterminio dei rinoceronti ,  “survivor”per parlare della  plastica che ci sommergerà : nel 2050 gli oceani potrebbero contenere più  plastica che pesci, in termini di peso e altri ancora ne seguiranno, ogni scatto sarà la mia voce.

bereave |2016 50x50 ULTRASMOOTH FINE ART PAPER stampa a cura : Edo Bertona

bereave |2016
50×50 ULTRASMOOTH FINE ART PAPER
stampa a cura :
Edo Bertona

“Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato, ci accorgeremo che non si potrà mangiare il denaro. La nostra terra vale più del denaro. E durerà per sempre. Non verrà distrutta neppure dalle fiamme del fuoco. Fin che il sole splenderà e l’acqua scorrerà, darà vita a uomini e animali. Non si può vendere la vita degli uomini e degli animali; è stato il Grande Spirito a porre qui la terra e non possiamo venderla perché non ci appartiene. Possiamo contare il nostro denaro e bruciarlo nel tempo in cui un bisonte piega la testa, ma soltanto il Grande Spirito sa contare i granelli di sabbia e i fili d’erba della nostra terra….

Citazione ” PIEDE DI CORVO – SIKSIKA – PIEDINERI

fonte: giornata della terra

 

Rime e rimandi fermoimmagine di parole di Giuse Iannello

Ho sempre pensato che quando la fotografia incontra altre forme espressive ne trae spesso beneficio, ma quando

l’incontro avviene con la parola, beh…si tratta di magia.

Essere tra i fotografi scelti da Giuse Iannello per il suo libro “Rime e Rimandi” lo ritengo non solo un piacere

ma un grande onore per la stima che riverso in Giuse che, guarda caso,  ho conosciuto proprio in occasione di

un bellissimo evento che ci aveva portato a far combaciare parole a immagini..

E,  in questo gioco di parole e fotogrammi che si intrecciano e parlano, mi trovo a mio agio.

Quando in un’immagine realizzata da un fotografo uno scrittore trova le sue parole, i suoi pensieri e le sue fantasie

è un momento non solo di “fusione” ma di grande armonia.

Grazie Giuse.

rime e rimandi

rime e rimandi

vendita libro

Giuse Iannello

 

strato

 

Nel cercare di aggirare le rappresentazioni
stereotipate della ritrattistica fotografica può capitare che mi ritrovo ad  essere
vittima delle mie stesse elaborazioni, bastano cosi’ pochi elementi a scatenare un pensiero che vuole diventare
immagine per condurre lo sguardo di chi osserva attraverso un linguaggio visivo essenziale ma che ha bisogno di una chiave di lettura …parliamo di una malattia neurodegenerativa , parliamo di Alzheimer una patologia neurodegenerativa, progressiva ed irreversibile, che colpisce il cervello che rappresenta oggi  la più comune forma di demenza, intesa come una progressiva perdita delle funzioni cognitive; il morbo di Alzheimer influisce, infatti, sulle capacità di una persona di portare a termine le più semplici attività quotidiane, andando a colpire aree cerebrali che controllano funzioni come la memoria, il pensiero, la parola.
Il declino progressivo delle funzioni intellettive porta, nel malato di Alzheimer, ad un conseguente peggioramento della vita di relazione, dovuto alla perdita di controllo delle proprie reazioni comportamentali ed emotive. Negli stadi finali della malattia sopraggiunge la perdita dell’autonomia che spesso richiede l’istituzionalizzazione.

 

ph paola rizzi
tratto da //www.my-personaltrainer.it/salute/morbo-di-alzheimer.html

 

 

L’essenza di uomo

La complessità di un essere umano e la relazione con sé stesso (o coscienza di sé) e la relazione con gli altri.  Spesso quest’ultima si è rivelata fondamentale per l’evoluzione della specie. Senza le interazioni col prossimo l’uomo sarebbe molto simile agli altri esseri viventi.

ph

paola rizzi

Questo sito utilizza i cookie PHOTOPIERRE.IT utilizza file di testo chiamati “cookies” per migliorare la tua esperienza di navigazione sul sito. Accetta Cookies