Tag: finestre

“tempus fugit”di Paola Rizzi a Paratissima15 Torino Spazio ICS IO ESPLORO

a cura di Erika Lacava

sezione I.C.S.

PARATISSIMA Torino

PAOLA RIZZI

Cosa resta del passato umano? Dove sono le tracce, la memoria?

“Una descrizione di Zaira quale è oggi dovrebbe contenere tutto il passato di Zaira. Ma la città non dice il suo passato, lo contiene come le linee di una mano, scritto negli spigoli delle vie, nelle griglie delle finestre, negli scorrimano delle scale, nelle antenne dei parafulmini, nelle aste delle bandiere, ogni segmento rigato a sua volta di graffi, seghettature, intagli, virgole”.

da “Le città e la memoria. 3”, Italo Calvino, “Le città invisibili”

Le opere presentate da Paola Rizzi sono sequenze di porte di edifici abbandonati, dove il tempo dell’abitare resta solo come traccia lasciata sulle case. Muri scrostati, porte sbarrate, edera sui muri: abitazioni seriali, tutte simili l’una all’altra eppure così diverse per via di un particolare che sfugge all’occhio distratto. Abbiamo ancora la capacità di osservare, di riconoscere il particolare, di ricordare cosa rende un luogo unico e speciale? Le opere sono stampate su supporti murali, come affreschi, e su cemento poggiato su legno fossile, stampate su pesanti cartoni intonacati a mano, a sottolineare la traccia del tempo.

We use cookies to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue to use this site we will assume that you are happy with it. Ok